Anche il World Food Programme Italia contro il Covid-19

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, dal Prof. Avv. Stefano Crisci, Consigliere Direttivo del World Food Programme Italia.

“ e’ il momento in cui riponiamo le nostre speranze nel futuro, nei provvedimenti del governo, nella fase 2, nella fase 3; tutti intimoriti dalla quarantena e da questo nemico invisibile. Io dico che dobbiamo tirare fuori la consapevolezza della nostra capacità di ricostruire, prevedere, proteggere, preservare e rilanciare, come solo noi sappiamo fare. Ma certo è che abbiamo capito il senso della solidarietà. Tutto il mondo unito in una risposta globale contro un nemico efferato che non conosce confini. Allora tutti insieme siamo capaci di raccogliere fondi in una maratona meravigliosa, raccogliendo fondi per 7 miliardi e mezzo di euro per il vaccino, affinché nessuno venga lasciato indietro. E’ forse questo il momento di guardare all’essere umano nella sua interezza e valenza? E’ forse questo il momento di controllare che nessuno venga sconfitto sul campo perché abbandonato? E allora è questo il momento di drizzarci letteralmente in piedi e di battere un colpo, come la ballerina di Garcia Marquez e vincere. Nella mia qualità di consigliere direttivo del WFP, intendo rappresentare che lo sforzo di ognuno di noi oggi, può strappare letteralmente alla morte decine di vite. E allora, grato di ciò che potrete fare, allego alla presente un raccomandazione del Presidente del WFP, per le valutazioni di ognuno. Un caro saluto a tutti voi. “

World Food Programme Italia