Decreto Ristori Quater

Il 30 novembre è entrato in vigore il “Decreto Ristori-Quater”. Alcune delle principali misure previste.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 30 novembre 2020 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 157 “Ulteriori misure urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” che è entrato in vigore il giorno stesso della pubblicazione, vale a dire il 30/11/2020.

Il D.L. 157/2020 ha ridisegnato le principali scadenze fiscali ed ha prorogato i termini di versamento delle imposte, ha aggiunto i codici ATECO ai fini della richiesta del contributo a fondo perduto e ha previsto una nuova indennità una tantum dell’importo di 1.000 euro in favore di lavoratori autonomi e dipendenti operanti in determinati settori danneggiati dell’emergenza epidemiologica da Covid-19

Si riportano di seguito alcune principali previsioni contenute nel decreto.

Proroga versamento imposte in scadenza al 30 novembre 2020

Previsione della proroga dei versamenti d’imposta dovuti entro la data del 30 novembre 2020 come segue:

–  10 dicembre 2020 quale nuovo termine di versamento del secondo acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP per tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione;

30 aprile 2021 quale termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP per i soggetti esercenti   attività d’impresa, arte o professione con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente (2019) che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33 per cento nel primo semestre dell’anno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il requisito della soglia e della riduzione del fatturato non si applica:

  • ai soggetti economici con domicilio fiscale nelle cosiddette “zone ad alto rischio” vale a dire “zone rosse”;
  • agli esercenti servizi di ristorazione con domicilio fiscale in “zone arancione”.

Sospensione versamenti tributari e contributivi di dicembre

E’ stata disposta la sospensione dei versamenti tributari al 16 marzo 2021 in scadenza a dicembre 2020 da effettuarsi in unica soluzione o mediante rateizzazione, fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo e senza applicazione di sanzioni e interessi, con il  versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021, per tutti i soggetti economici (imprese e professionisti) con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel  periodo  d’imposta  precedente  (2019) e che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33 per cento nel mese di novembre dell’anno 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

I soggetti economici che operano in settori e territori particolarmente colpiti dall’emergenza coronavirus (Es: attività chiuse ai sensi dell’art.1 del Dpcm del 3 Novembre 2020) possono beneficiare della proroga a prescindere dal fatturato

Anche i soggetti economici che hanno intrapreso l’attività in data successiva al 30 novembre 2019 potranno beneficiare della proroga.  

Si riporta il dettaglio dei tributi interessati:

  • versamenti delle ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che i predetti soggetti operano in qualità di sostituti d’imposta;
  • versamenti relativi all’imposta sul valore aggiunto;     
  • versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali.   

Proroga termine presentazione della dichiarazione dei redditi sui redditi e Irap

E’ stato prorogato il termine per la presentazione in via telematica dei dichiarativi fiscali, precedentemente stabilito al 30 novembre 2020, come segue:

  • 10 dicembre 2020 per tutti i soggetti;
  • 30 aprile 2021 per le attività in zone rossa e i ristoranti in zona arancione;
  • 30 aprile 2021 per le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro che abbiano subito un calo del fatturato del 33% nel primo semestre 2020.

Proroga versamento PREU

Previsti nuovi termini per il versamento del saldo del prelievo erariale unico sugli apparecchi di cui all’articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del TULPS e del canone concessorio del quinto bimestre 2020 come segue:

  • versamento del 20 per cento del dovuto sulla base della raccolta di gioco del medesimo bimestre entro il 18 dicembre 2020;
  • versamento del residuo 80% mediante rate mensili di pari importo, comprensivi degli interessi legali calcolati giorno per giorno. La prima rata deve essere versata entro il 22 gennaio 2021 e  le successive entro l’ultimo giorno di ciascun mese successivo, fermo restando che l’ultimarata dovrà essere versata entro il 30 giugno 2021.

Pace fiscale e rateizzazione cartelle

E’ stata modificata la procedura di rateizzazione concessa dall’agente della riscossione.

In caso di richiesta di dilazione di cartelle di pagamento, per difficoltà economiche, non possono essere attuate procedure di ipoteca, fermi amministrativi, così come sono sospesi i termini di prescrizione e decadenza e nuove procedure esecutive.

I contribuenti decaduti dai piani di rateizzazione o dalle precedenti rottamazioni delle cartelle esattoriali potranno presentare una nuova richiesta di rateizzazione entro la fine del 2021.

Prevista la soglia di 100.000 euro la soglia per i controlli per le rateizzazioni richieste entro la fine del 2021, e sale da 5 a 10 il numero di rate che, se non pagate, determinano la decadenza della rateizzazione.

Le rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio delle cartelle in scadenza il 10 dicembre 2020 sono prorogate al 1° marzo 2021.

Individuazione dei soggetti esenti dal versamento IMU    

Il decreto Ristori quater ritocca nuovamente le previsioni previste in materia di saldo IMU 2020, prevedendo che l’esenzione dal pagamento della seconda rata in scadenza il 16 dicembre 2020 a condizione che l’utilizzatore coincida con il soggetto passivo dell’imposta. L’esenzione è relativa agli immobili e alle pertinenze in cui si svolgono le attività individuate dai codici ATECO per le categorie interessate dalle restrizioni.

Maria Tarantino

Richiedi una consulenza

Fiscolexnews oltre ad offrire ai propri lettori informazioni e aggiornamenti sui principali argomenti in materia fiscale, legale e del mondo dell’impresa, implementa il proprio servizio offrendo la sezione “Richiedi una consulenza”. Sarai messo in contatto diretto con i nostri esperti nelle varie materie, che saranno pronti a fornire consulenze mirate e specifiche su quesiti ad hoc.