GDPR. Il legittimo interesse: quale, come, se e quando

Il legittimo interesse come motivo del trattamento, un utile test per la verifica di cosa fare.

Torniamo a parlare del LEGITTIMO INTERESSE per individuare gli elementi utili per elaborare un perimetro di riferimento che permetta di definire in maniera specifica quale legittimo interesse possa essere considerato, se possa essere utilizzato una volta individuato, come e quando.

In questa operazione ci aiuta un modello di test elaborato dall’Autorità per la Protezione dei Dati Personali del Regno Unito, di cui si riporta una traduzione.

Il test del legittimo interesse è uno strumento di supporto al titolare per aiutarlo nella definizione degli elementi principali da considerare per la verifica dell’effettiva sussistenza del legittimo interesse che si vuole utilizzare quale causa di liceità del trattamento dei dati e se questa scelta sia compliance con quanto richiesto dal Regolamento UE 2016/679.

Il test è suddiviso in tre parti, ognuna delle quali relativa all’analisi di uno specifico aspetto attraverso una serie di domande puntuali e si compone di: 

  • Parte 1° – Verifica delle finalità
  • Parte 2° – Verifica della necessità
  • Parte 3° – Verifica del bilanciamento e degli interessi coinvolti
  • Decidere se iniziare il trattamento
  • Cosa fare a questo punto

Renato Carafa

Richiedi una consulenza

Fiscolexnews oltre ad offrire ai propri lettori informazioni e aggiornamenti sui principali argomenti in materia fiscale, legale e del mondo dell’impresa, implementa il proprio servizio offrendo la sezione “Richiedi una consulenza”. Sarai messo in contatto diretto con i nostri esperti nelle varie materie, che saranno pronti a fornire consulenze mirate e specifiche su quesiti ad hoc.