Il Revisore Legale: ambiti e raggio d’azione

I principi cardine per una corretta impostazione dell’azione di revisione legale della gestione aziendale.

Uno dei compiti fondamentali a cui è chiamato il revisore si incardina nella redazione di un giudizio sulla corretta tenuta della contabilità e sulla corretta rilevazione dei fatti di gestione.

Il revisore deve quindi esprimere un giudizio anche sul rispetto degli adempimenti nelle tematiche di carattere fiscale.

Il presente contributo, tracciando una panoramica generale sullo svolgimento dell’attività del revisore, è volto a delineare ed analizzare le principali verifiche che il soggetto deve svolgere in merito a tematiche di tipo fiscale; il revisore accerta la regolare tenuta della contabilità sociale attraverso lo svolgimento delle procedure previste nel Principio di Revisione SA 250B.

PIANIFICAZIONE:

  • In funzione della dimensione e complessità dell’impresa;
  • Non è prevista una cadenza obbligatoria per legge.

RISULTATI:

  • Il revisore deve valutare i risultati di ciascuna verifica periodica, considerando i possibili effetti degli elementi informativi acquisti sullo svolgimento dell’attività di revisione contabile finalizzata all’espressione del giudizio sul bilancio.

DOCUMENTAZIONE:

  • Programmi di lavoro;
  • Note di commento sulle questioni emerse;
  • Riepiloghi degli aspetti significativi;
  • Check list.

Ad oggi l’emergenza economica, causata dalla pandemia Covid-19, ha prodotto effetti distorsivi sulla c.d. continuità aziendale.

Viene stravolta la pianificazione del consulente e della revisione legale e pertanto, nella fase iniziale, sarà necessario effettuare una prima valutazione da effettuare partendo proprio dagli impatti del Covid-19 sul sistema produttivo, economico e finanziario della società sottoposta a revisione.

Il Revisore Legale, in questo caso, sarà costretto ad elaborare un questionario ad hoc, da adattare a seconda della tipologia di attività economica della società. Tale problematica, del tutto straordinaria, determina significativi effetti anche su tutte le attività da porre in essere per poter esprimere il giudizio finale sui bilanci. È comunque importante sottolineare che il Revisore Legale non può esimersi dalla valutazione del Principio ISA 560 in materia di “Eventi successivi” il quale impone obblighi di specifiche indagini, in particolare:

  • eventi che possano mettere a rischio la validità del presupposto della continuità aziendale;
  • eventi che possano mettere in dubbio l’appropriatezza dei principi contabili utilizzati nella redazione del bilancio aziendale;
  • eventi relativi alla quantificazione di stime contabili o di accantonamenti effettuati in bilancio;
  • eventi che sono pertinenti alla recuperabilità delle attività;
  • attenta e scrupolosa valutazione della continuità aziendale e dell’informativa di bilancio (indipendentemente dalle varie deroghe).

La valutazione delle voci di bilancio deve essere fatta nella prospettiva della continuazione dell’attività aziendale senza fornire, al riguardo, specifici criteri, art. 2423-bis c.c..

Il principio contabile OIC 11, richiede che gli amministratori, nella predisposizione del bilancio, devono effettuare una valutazione prospettica della capacità dell’azienda di operare come entità in funzionamento su un arco temporale di almeno 12 mesi.

L’ISA 570 dispone che il Revisore Legale, acquisiti gli elementi probativi sufficienti e appropriati e verifichi se vi sia un’incertezza significativa sulla capacità dell’impresa di operare come entità in funzionamento (a tal proposito, è opportuno sottolineare che tale principio contrasta, enormemente, sia con il Decreto Crisi d’Impresa che con i Decreti di Deroga).

Qualora vi sia un’incertezza significativa e gli amministratori forniscano in bilancio una adeguata informativa, evidenziandone chiaramente l’esistenza, il Revisore Legale rilascerà un giudizio senza modifica, riportando nella propria relazione finale una sezione separata, con il titolo: “Incertezza significativa relativa alla continuità aziendale”.

In tale sezione, sarà richiamata l’attenzione sull’informativa resa dagli amministratori e sarà dichiarata l’esistenza di una significativa incertezza.

Se poi il bilancio, nel suo complesso, è caratterizzato da significative incertezze, il Revisore Legale potrebbe considerare appropriato, in casi estremamente rari e in presenza di adeguata disclosure, dichiarare l’impossibilità di esprimere un giudizio, che, ad opinione di chi scrive, sconsiglio fortemente poiché un giudizio in merito deve essere comunque espresso
Il Revisore Legale deve inoltre dedicare una adeguata attenzione alle informazioni relative ai prevedibili rischi successivi all’emergenza sanitaria Covid-19.

RIFERIMENTI:

Il principio SA Italia 250B fa parte del complesso dei Principi di Revisione ISA Italia, che devono essere applicata a partire dalla revisione dei bilanci 2015. Il documento è stato specificatamente redatto per la realtà italiana e tratta esclusivamente della responsabilità del revisore relativamente alle verifiche effettuate nel corso dell’esercizio della regolare tenuta della contabilità sociale.

L’ISA 570.Il presupposto della continuità aziendale è un principio fondamentale nella redazione del bilancio. In base a tale presupposto, l’impresa viene normalmente considerata in grado di continuare a svolgere la propria attività in un prevedibile futuro senza che vi sia né l’intenzione né la necessità di metterla in liquidazione, di cessare l’attività o di assoggettarla a procedure concorsuali come previsto dalla legge o da regolamenti. Le attività e le passività vengono pertanto contabilizzate in base al presupposto che l’impresa sia in grado di realizzare le proprie attività e far fronte alle proprie passività durante il normale svolgimento dell’attività aziendale.

Stefano Capuano

Richiedi una consulenza

Fiscolexnews oltre ad offrire ai propri lettori informazioni e aggiornamenti sui principali argomenti in materia fiscale, legale e del mondo dell’impresa, implementa il proprio servizio offrendo la sezione “Richiedi una consulenza”. Sarai messo in contatto diretto con i nostri esperti nelle varie materie, che saranno pronti a fornire consulenze mirate e specifiche su quesiti ad hoc.